https://intreccidarte.unibo.it/issue/feed INTRECCI d'arte 2021-08-02T16:49:21+02:00 Sonia Cavicchioli intreccidarte@unibo.it Open Journal Systems <strong>INTRECCI d'arte – ISSN 2240-7251</strong> intende offrire uno spazio d’espressione, discussione e confronto sulle testimonianze d’arte, proporre innovative ed efficaci chiavi interpretative e critiche, verificare i modelli, pubblici e privati, di gestione e valorizzazione del patrimonio. https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13156 Disegni di Giulio Campi per gli affreschi nel coro della chiesa di Sant’Agata a Cremona: 1537 2021-06-23T16:35:27+02:00 Martin Zlatohlávek zlatohlavek@ktf.cuni.cz <p>Il 5 aprile 1537 Giulio Campi (o “magister Giulio Campi Pictor Cremnese”) stipulò un contratto con gli amministratori, i “signori Massari et fabriceri”, della chiesa di Sant’Agata a Cremona. Si trattava di decorare entrambi i lati del presbiterio della suddetta chiesa con quattro dipinti raffiguranti scene della vita di Sant’Agata, due opere per lato, con colori di qualità, per un prezzo concordato di 200 lire imperiali. La successione delle singole scene è conforme alla leggenda di Sant’Agata, come narrata da Jacopo da Varagine.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Martin Zlatohlávek https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13332 Undici dipinti per Bagnacavallo Senior 2021-07-21T13:16:14+02:00 David Ekserdjian dpme1@leicester.ac.uk <p>Il contributo prende in considerazione un gruppo di opere poco note, tutte da riferire a Bartolomeo Ramenghi, meglio noto come Bagnacavallo Senior.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 David Ekserdjian https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13341 Biagio Pupini, non solo disegni! 2021-07-22T12:59:00+02:00 Roberta Serra roberta.serra@louvre.fr <p>L’articolo prende in considerazione alcuni disegni di Biagio Pupini. La personalità dell’artista, figura di spicco nella pittura bolognese tra gli anni Venti e gli anni Quaranta del XVI secolo, è ancora sfuggente e si cerca di dare alcune coordinate culturali in merito alla sua formazione e ai suoi esordi. Infine, viene presentata una serie di disegni riconducibili alla mano del maestro, da mettere in relazione con dipinti su tavola e affreschi eseguiti nel corso della sua carriera.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Roberta Serra https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13164 Pellegrini nell’Aldilà: Dante e Virgilio in un disegno di Bartolomeo Passerotti al Louvre 2021-06-23T17:25:37+02:00 Angela Ghirardi angela.ghirardi@unibo.it <p>Il disegno inv. 8471 di Bartolomeo Passerotti al Louvre è studiato dal punto di vista iconografico, giungendo alla proposta di identificare, nelle due figure, i grandi poeti Dante e Virgilio in viaggio attraverso l’Inferno. Si attribuisce inoltre al disegno, ispirato alla <em>Divina Commedia</em>, una cronologia sul 1575, basata sul confronto stilistico, e si ipotizza come probabile una sua originaria destinazione fiorentina.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Angela Ghirardi https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13329 Miscellanea di disegni del Cinquecento tra Roma e Lombardia (Cristoforo Caresana, Giovan Paolo Cavagna, Teodoro Ghisi, Luzio Luzzi, Bernardino Malpizzi, Cesare Nebbia, Enea Salmeggia) 2021-07-21T11:37:24+02:00 Stefano L’Occaso stefano.loccaso@beniculturali.it <p>Il contributo presenta disegni inediti e altri già pubblicati, dei quali viene rivelata la destinazione; i fogli presi in considerazione appartengono a numerose collezioni pubbliche italiane e europee o sono comparsi sul mercato; sono qui riferiti ad artisti attivi nel XVI secolo a Roma o in Lombardia.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Stefano L’Occaso https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13331 Intorno a un nuovo documento su Tiziano Aspetti (1557/1559-1606), scultore padovano 2021-07-21T12:44:07+02:00 Gianni Nigrelli nigrelli.gianni@gmail.com <p>Il contributo ripercorre alla luce di nuovi approfondimenti critici e interpretativi i rapporti intercorsi agli inizi del Seicento tra i Gonzaga e lo scultore padovano Tiziano Aspetti. Viene discussa l’attività mantovana di quest’ultimo e reso noto un inedito atto notarile del 1607 dove si parla di beni dell’Aspetti da lui affidati al maestro intarsiatore mantovano Sebastiano Picchi.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Gianni Nigrelli https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13333 Alcune osservazioni sul recente rinvenimento di un quadro rappresentante il «Giudizio universale» alla maniera di Hans Rottenhammer 2021-07-21T13:29:12+02:00 Eliška Zlatohlávková e.zlatohlavkova@gmail.com <p>L’articolo tratta di una replica del famoso dipinto di Hans Rottenhammer raffigurante il <em>Giudizio universale</em>, di proprietà della famiglia Sternberg nel castello di Častolovice. Il dipinto ha ricevuto solo un’attenzione marginale ed è stato considerato lavoro di Rottenhammer. L’articolo porta nuove informazioni sulla provenienza e sulla possibile autorialità.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Eliška Zlatohlávková https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13335 Il Martirio di San Lorenzo di Lazzaro Tavarone. Un disegno preparatorio sinora sconosciuto conservato nella Galleria Nazionale di Praga 2021-07-21T13:41:36+02:00 Dalibor Lešovský dalibor.lesovsky@ngprague.cz <p>Lazzaro Tavarone è considerato uno dei più importanti esponenti della pittura genovese a cavallo tra Cinquecento e Seicento. Fu un disegnatore molto prolifico e il disegno&nbsp;ha un ruolo molto importante&nbsp;nel suo lavoro. Un suo disegno finora sconosciuto è conservato nel Gabinetto disegni e stampe della Galleria Nazionale di Praga. Si&nbsp;tratta di uno studio preparatorio&nbsp;per l’affresco nel coro della cattedrale di Genova. Il disegno raffigura <em>Il Martirio di San Lorenzo</em>. L'articolo introduce il lettore all’esame del disegno e alla cultura in cui l’opera si colloca.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Dalibor Lešovský https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13161 La processione a Forlì del 1636 in onore della Madonna del Fuoco e gli incroci dei saperi. Il progettista degli apparati 2021-06-23T17:10:47+02:00 Marinella Pigozzi marinella.pigozzi@unibo.it <p>«Una carta con alcuna figura e nostra donna in mezzo» sfuggì per miracolo all’incendio che aveva devastato a Forlì la casa-scuola del maestro Lombardino da Ripetrosa nella notte fra il 4 e il 5 febbraio 1428. Quella notte, lo racconta il pittore e cronista quattrocentesco forlivese Giovanni di Mastro Pedrino, pseudonimo di Giovanni Merlini, la casa del maestro bruciò interamente, così che «non ne romaxe altro che le mura e una carta con alcuna figura e nostra Donna in mezzo. E perché parve grande miracolo fo tolta dai calonixe de Santa Croxe con reve(re)nçia: e questa fa assa(e) miraculi». Si illustreranno le incisioni di Floriano Dal Buono per gli apparati che nel 1637 hanno accompagnato il racconto di Bezzi sulla processione del 1636 per la traslazione della xilografia con la <em>Madonna del Fuoco</em> nella nuova cappella del duomo di Forlì e ci si interrogherà sul loro progettista: è Giovanni Battista Aleotti?</p> <p>&nbsp;</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Marinella Pigozzi https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13336 Paolo Pagani. Cristo miracolosamente ridona la vista al cieco 2021-07-21T13:51:13+02:00 Veronika Lorencová velorencova@gmail.com <p>Paolo Pagani (1655-1716) è un artista la cui opera non è stata ancora completamente esplorata. Sulla base dello studio delle opere di Pagani, è ora possibile incorporare nel suo corpus grafico un ignoto disegno preparatorio sul tema della Guarigione miracolosa di un cieco attuata da Gesù Cristo. Questo raro disegno è di fondamentale importanza per la comprensione dello stile della prima produzione dell'artista e potrebbe gettare nuova luce sulla datazione di altre opere di Pagani.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Veronika Lorencová https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13328 «Difeso… con ogni mezzo sul suolo patrio». Armando Ottaviano Quintavalle e il salvataggio del patrimonio artistico di Parma al castello di Torrechiara 2021-07-21T11:20:38+02:00 Elisa Marangon elisa.marangon01@upol.cz <p>Questo articolo intende presentare le azioni svolte dal Soprintendente Armando Ottaviano Quintavalle (1894-1967) nell’ambito delle operazioni di salvataggio del patrimonio artistico di Parma e Piacenza trasferito all’interno del castello di Torrechiara, nel comune di Langhirano, durante la Seconda guerra mondiale. L’articolo rielabora e approfondisce alcuni risultati della ricerca condotta nell’abito della tesi magistrale, partendo dalle fonti d’archivio conservate presso la Biblioteca della Galleria Nazionale nel Complesso Monumentale della Pilotta di Parma. Il primo paragrafo ripercorre gli inizi dell’attività del Soprintendente alla Regia Galleria, mentre il secondo si concentra sulla nascita e lo sviluppo dell’accentramento delle opere d’arte deciso al castello di Torrechiara. L’ultimo paragrafo, infine, esplora in una lunga disamina le azioni intraprese da parte del “capitale umano” di Quintavalle, cioè i suoi dipendenti, attraverso una ricostruzione tecnico-logistica dei fatti accaduti a Langhirano.</p> 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Elisa Marangon https://intreccidarte.unibo.it/article/view/13337 Sergio Marinelli, Storia della prospettiva significante, Verona, Colpo di fulmine Edizioni, 2021, 231 pp., 170 ill. 2021-07-21T13:58:11+02:00 Marinella Pigozzi marinella.pigozzi@unibo.it 2021-08-02T00:00:00+02:00 Copyright (c) 2021 Marinella Pigozzi