Disegni di Giulio Campi per gli affreschi nel coro della chiesa di Sant’Agata a Cremona: 1537

Autori

  • Martin Zlatohlávek

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2240-7251/13156

Parole chiave:

Giulio Campi, Martirio di Sant’Agata, Jacopo da Varagine, Cremona, Sant’Agata, Affreschi, 1537

Abstract

Il 5 aprile 1537 Giulio Campi (o “magister Giulio Campi Pictor Cremnese”) stipulò un contratto con gli amministratori, i “signori Massari et fabriceri”, della chiesa di Sant’Agata a Cremona. Si trattava di decorare entrambi i lati del presbiterio della suddetta chiesa con quattro dipinti raffiguranti scene della vita di Sant’Agata, due opere per lato, con colori di qualità, per un prezzo concordato di 200 lire imperiali. La successione delle singole scene è conforme alla leggenda di Sant’Agata, come narrata da Jacopo da Varagine.

Downloads

Pubblicato

2021-08-02

Come citare

Zlatohlávek, M. (2021). Disegni di Giulio Campi per gli affreschi nel coro della chiesa di Sant’Agata a Cremona: 1537. INTRECCI d’arte, 10, 7–21. https://doi.org/10.6092/issn.2240-7251/13156

Fascicolo

Sezione

Articoli